Isola d’Elba in motocicletta

Isola d’Elba in motocicletta 

Come un orso che si risveglia dal letargo. Il motociclista a Marzo inizia a stiracchiarsi e a organizzare fine settimana, per tornare a cavalcare la sua motocicletta.

Durante il periodo del letargo il motociclista coccola la sua motocicletta, sistema le luci, le gomme, freni, pastiglie e sogna, sogna il momento di poterla portare a fare nuovi giri. Quel momento sta arrivando la primavera è alle porte e per riscaldarsi prima dell’estate ecco un itinerario da fare a primavera.

Per il motociclista la primavera è il periodo migliore per viaggiare, le strade sono meno affollate e lui è libero di viaggiare tranquillamente a velocità di crociera e fermarsi quando e dove vuole senza fare a gomitate con le auto.

In moto all’Isola d’Elba

Isola d'Elba

Quando penso all’isola d’Elba mi viene in mente quella volta che, incinta di 4 mesi abbiamo raggiunto l’isola con la nostra l’ST2 Ducati. La mia pancia era appena accennata, ma si evinceva che non era dovuta solo ad un lauto pranzo di pesce. Appena scendevo dalla moto con i bottoni del giacchetto che tiravano proprio lì tutti mi guardavano con stupore ma anche con un pò di disapprovazione.

L’Isola d’Elba è meravigliosa da girare, le strade si snodano fra curve e tornanti a strapiombo sul mare e costeggiano la profumata macchia mediterranea.

La primavera è il periodo migliore per visitarla senza il caos del turismo estivo che la fanno sembrare più piccola, anche se è la terza isola per grandezza del mediterraneo.

L‘Isola d’Elba è raggiungibile con appena 45 minuti di traghetto partendo da Piombino, qui trovate i link per orari e prezzi.

L’Isola d’Elba può essere visitata in pochi giorni, il suo perimetro è di soli 113 km fattibilissimi in 1 giorno, ma consiglio di prendersela con calma e dedicare almeno 4 giorni per godere delle spiagge e passeggiate nei borghi che mantengono il loro fascino isolano.

Spiagge dell’Isola d’Elba

Isola d'Elba

Non perdetevi le spiagge che in primavera hanno un fascino diverso.

Pomonte, con i suoi scogli piatti e mare cristallino, dove è d’obbligo fare un bagno per nuotare insieme ai pesci e poi asciugare al sole magari guardando chi si cimenta nella pesca del polpo, sembra che nascosti fra gli scogli ce ne siano tantissimi.

Fetovaia, una delle spiagge più affollate in estate, con la sua sabbia bianca ed il mare turchese incastonata nella macchia mediterranea. La spiaggia di Cavoli, con la sua forma a mezza luna, riparata dai venti e per questo apprezzata dai bagnanti anche in primavera. Qui si trova la Grotta Azzurra raggiungibile anche semplicemente con un pedalò.  

Lacona un golfo con acqua bassa con sfumature di acqua marina e rosa pallido a pochi chilometri da Capoliveri uno dei borghi più affascinanti e turistici dell’isola. Spiaggia Sansone raggiungibile con un sentiero un pò sconnesso vicino a Portoferraio con acciottolato di sassi bianchi e mare trasparente.

Borghi e paesi dell’Isola d’Elba

Isola d'Elba

I borghi dell’Isola d’Elba sono sempre molto affascinanti.

Marciana Marina il più piccolo comune della Toscana, vanta oltre a ristoranti e negozi turistici anche un centro di richiamo per antiquari. Appena pochi chilometri sopra il borgo marino si trova Marciana Alta il paese antico che si apre ad anfiteatro sul mare con un’unica strada per arrivarci asfaltata solo nel 1960.

San Piero in Campo e Sant’Ilario sono due borghi a ridosso di Marina di Campo con una strada stretta e tortuosa nel mezzo della macchia mediterranea poco frequentata da automobilisti, borghi che mantengono le loro abitudini, la piazza principale di Sant’Ilario di fronte alla chiesa dove i cittadini si riuniscono nelle sere d’estate per giocare a carte e frescheggiare.

Capoliveri uno dei borghi più frequentati e turistici dell’isola con la sua piazza con negozi e bar alla moda ma basta iniziare a girare per le sue stradine e scalinate per scoprire la sua vera natura di borgo isolano con le sue piccole porte colorate i gerani sugli scalini delle abitazioni e i gatti che gironzolano inosservati in cerca di cibo.

Strade dell’Isola d’Elba in motocicletta.

Isola d'Elba

Le strade dell’Isola d’Elba sono quasi tutte a picco sul mare i panorami sono bellissimi, uscire da una curva e trovarsi vicino l’isola di Montecristo, la Corsica e Pianosa è normale, ammirare il sole che si spengne in mezzo al mare. Sono strade strette e merita avere prudenza nel percorrerle, in primavera il traffico non è abbondante ma fate attenzione. L’asfalto può essere scivoloso a causa della salsedine e per il brecciolino o il manto sconnesso. Non abbiate paura a percorrerle basta essere prudenti, soffermatevi e scendete per scoprire cosa si nasconde dietro le ginestre. Alcune delle migliori insenature sono raggiungibili a piedi da piccoli sentieri nascosti fra pini e bouganville. Godetevi il percorso ma non rinunciate a mangiare del buon pesce che qui è sempre freschissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *