La nostra motocicletta


Nella rubrica mai più senza non posso non mettere la motocicletta, protagonista assoluta delle nostre scorribande, senza la quale queste pagine non sarebbero possibili.

La nostra motocicletta è la tedescona per eccellenza:  R1200GS, BMW del 2010, quella del trentesimo anniversario, quindi con i colori che i ricordano i modelli dei primi Anni 80: rosso, azzurro, bianco.

la nostra motocicletta

Comprata nel 2015 con pochissimi km, ma non con pochissimi denari. E’ succeduta alla F800GS dopo diversi anni e km di asfalto e polvere.
Dal 1997, anno del mio primo stipendio e della prima moto (Yamaha xt600 dell’83), il bicilindrico tedesco è la settima e spero non ultima. 

Ho sempre pensato che il 1200 fosse al di fuori della mia portata, troppo pesante e difficile da guidare. La sensazione immediata, appena uscito dal concessionario, è stata proprio la incredibile facilità di guida e il feeling immediato con il mezzo. Riguardo al peso…è pesa non c’è dubbio! Negli spostamenti da fermo, su terreni accidentati, oppure quando siamo a pieno carico è Dania che mi aiuta.

Il comfort durante i viaggi è assoluto: nei tratti autostradali la copertura dall’aria è data dal cupolino maggiorato e la doppia sella assicura comodità per entrambi. A tutto questo va aggiunto il controllo elettronico delle sospensioni (ESA), che dà sicuramente un grosso aiuto, grazie alle diverse combinazioni possibili, anche per il divertimento in fuori strada.

Tra le curve, la motocicletta  è molto divertente e intuitiva, gioco secondo le mie capacità, ma ho sempre la sensazione di restare incollato alla strada. Merito del controllo di trazione (ASC)? Probabile. Disinseribile assieme all’ABS.

la nostra motocicletta

Diversi i congelamenti alle mani in gioventù, vuoi per inesperienza o utilizzo di materiali non adeguati. I paramani e le manopole riscaldate (assieme ai guanti!), mi proteggono le estremità in ogni condizione. Potrei dire, mai più geloni!

L’unica modifica alla motocicletta,  in cui mi sono prodotto, è il montaggio di luci xenon a tutta la fanaleria, faretti supplementari inclusi. E luce fu. Un altro mondo, una visione completamente diversa dalle luci convenzionali.

Per i viaggi utilizziamo le valige Vario estensibili con borse interne e due Givi bags da coda: una borsa da 60 litri e una borsa rullo da 30.

I consumi si aggirano  intorno ai 15 km/litro nelle velocità autostradali: nelle strade secondarie circa 20km/litro. E’ possibile controllare i consumi, velocità, pressione pneumatici (RDC) e altre info, grazie al computer di bordo.

Il motore è brillante, permette accelerazioni interessanti per togliersi dai guai oppure all’uscita da una curva, scaricando i 110cv a terra.

la nostra motocicletta

Quello che davvero mi piace della nostra morbidosa motocicletta sono le ruote a raggi. Assolutamente affascinanti. Alla ruota posteriore, il colpo d’occhio, insieme al cardano, è veramente bello. Un delitto i cerchi in lega…
Buona strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *