Il beauty case del motociclista

Non dimenticate lo spazzolino da denti era una trasmissione di metà Anni 90 ma anche la frase con cui il conduttore Fiorello, accompagnava il vincitore di un viaggio con partenza immediata. In realtà è quello che io e Dania abbiamo sempre fatto durante i nostri viaggi, portavamo solo lo spazzolino e un telo. Essenziali.

Col tempo ci siamo evoluti, ognuno con le proprie cose. Insomma, abbiamo dato un poco più di importanza alla cura della persona e per quanto mi riguarda, alla mia barba, scoprendo la facilità d’uso del rasoi elettrici Panosonic. 

Mai più senza rasoi elettrici Panasonic quindi nel mio personalissimo beauty case, che ho saputo ritagliare viaggio dopo viaggio aggiustando via via il bagaglio.

Cambiano le regole

La capienza delle borse da moto più o meno è sempre la stessa, sicuramente è possibile aggiungere qualcosa ma l’importanza di utilizzare gli spazi al meglio resta fondamentale per un ottimo viaggio.

E’ proprio grazie alle dimensioni ridotte, che nella mia pochette posso includere uno dei rasoi elettrici Panasonic; lo shampoo, il balsamo, l’olio e la spazzola specifici per la cura della barba, le lenti a contatto e i liquidi per la conservazione delle stesse. Infine piccole confezioni di bagno doccia specifici per la cura della persona, crema idratante per il corpo.

Nei nostri spostamenti che prevedono una o più notti fuori casa, portiamo sempre un cambio di vestiti. Sentiamo la necessità di svestire l’abbigliamento tecnico con qualcosa di più comodo.

E’ una forma di cura della persona negli stessi termini con cui utilizziamo dei prodotti specifici. La cura del nostro corpo si sta rivelando fondamentale per il viaggio, perchè non riguarda soltanto l’aspetto fisico in senso stretto ma anche la mente.

Dania ha avuto sempre un altro approccio con la cura del proprio corpo, magari fa parte della sua indole di donna, per me invece è stato diverso.

Non avrei mai pensato di portarmi una crema idratante per combattere il freddo a cui siamo sottoposti durante i viaggi invernali, shampoo, balsamo e un rasoio per tenere la barba sempre entro limiti di decenza e una cera per capelli per quando lasciamo il ferro nel box.

Poco tempo fa in una qualunque sala d’attesa, lessi proprio un articolo su come certe icone maschili hanno cambiato il grooming della mascolinità.

Sono lontano anni luce dal divenire un’icona di stile, ma cerco comunque di curare il mio aspetto appena scendo dalla sella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *