l'eroica

L’EROICA in motocicletta

 

L’ 1 ottobre 2017 ci sarà la 21esima edizione dell’Eroica, gara ciclistica che si svolge nelle campagne della toscana, non è una gara come tutte le altre in quanto è necessario rispettare delle regole ben precise… abbigliamento e biciclette d’epoca e vintage. Il percorso si snoda fra le campagne di Siena e toccherà anche numerosi vigneti, le strade sono per la maggior parte bianche con panorami mozzafiato, 208 km di passione.

Noi il percorso lo abbiamo fatto con la nostra BMW 1200GS, come prima uscita ufficiale dopo averla acquistata, e non potevamo scegliere miglior percorso per impolverarla.

Il 23 luglio avendo 2 giorni liberi abbiamo deciso di partire la mattina per percorrere la famosa strada. Ci eravamo organizzati controllando il percorso. Partendo da Livorno la strada più ovvia da fare era passare da Volterra e dirigersi verso Siena. Arrivati a Gaiole in Chianti partenza delll’Eroica, famoso anche per i suoi vigneti, ad attenderci un imponente monumento al  gallo nero come il nome del vino.

Siamo andati subito alla ricerca di un posto per dormire. Nelle vicinanze c’erano solo grandi agriturismi con piscine, campi da golf e tennis: troppo impegnative per noi. Passeggiando per il paese troviamo il B&B La Fonte del Cieco,  in pieno centro. Il locale era piccolo con poche camere, appena ristrutturato, ma molto accogliente e caldo; fissiamo la camera e ripartiamo per il nostro itinerario. La prima tappa è Radda in Chianti poi Pianella. Ci orientavamo con la cartina dell’Eroica e con la segnaletica, ma non bastano, perchè riusciamo ugualmente a perderci: il percorso forma un 8 e ai bivi avevamo sempre delle difficoltà, infatti siamo dovuti ritornare sui nostri passi più di una volta. Lungo il percorso abbiamo incontrato strade bianche circondate da campi di grano oramai raccolto con grossi covoni di paglia, tenute che si raggiungevano solo percorrendo viali di cipressi da sogno.

In questi posti perdersi è un piacere.

Il primo giorno siamo riusciti a fare solo 1/3 di tutta l’eroica e al ritorno eravamo stremati: le strade bianche si fanno sentire sulle gambe, quasi tutti i paesi che attraversano l’Eroica sono collegati da strade bianche, alcune della stessa via Francigena. Però dopo una doccia eravamo già pronti per festeggiare con una bella bistecca alla fiorentina e vino locale.

La mattina seguente freschi come rose siamo ripartiti. Seconda tappa direzione Montalcino, a discapito del pranzo abbiamo saltato qualche tappa: arrivati lì abbiamo pranzato facendo un eccellente degustazione di vini e salumi locali di cinta senese su una terrazza verde e ombreggiata.

Quasi tutti i paesi che attraversano l’Eroica sono collegati da strade bianche, alcune della stessa via Francigena. Lungo il tragitto abbiamo incontrato motociclisti come noi e ciclisti amatoriali. Per percorrere tutta l’Eroica abbiamo impiegato due giorni 2 giorni, anche se alcuni paesi come Castelnuovo, Barardenga e Asciano non siamo riusciti a visitarli, ma ci siamo ripromessi di visitarli al più presto.

l'eroica in moto

Sono stati 208km di polvere e asfalto divertenti e utili per prendere confidenza con la moto, non sono mancati buon vino e della buona cucina.

AVETE ANCHE VOI ESPERIENZE DELL’EROICA? FATECELO SAPERE! SCRIVETECI E RACCONTATECI LA VOSTRA AVVENTURA!

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “L’EROICA in motocicletta”