spiagge alternative e selvagge

Spiagge alternative e selvagge in motocicletta.

Spiagge alternative e selvagge la mia classifica.

Partire in motocicletta con tenda e pentolini ci da un forte senso di libertà, ma poi ti ritrovi in campeggi super attrezzati, con spettacoli serali assordanti dove suonano il Pulcino Pio, costretti a piazzole super lussuose con SPA e docce emozionali private e qui perdi un pò il senso di selvaggio e di libertà che cercavi quando sei partito.

Noi siamo sempre alla ricerca dell’essenziale e anche un pò di avventura e panorami con luoghi selvaggi. 

Ecco qui le spiagge alternative e selvagge che abbiamo scovato in giro per l’Europa.

spiagge alternative e selvagge

Plage di Piémançon Camargue

La plage di Piemançon si trova in Camargue a 12 Km dal Villaggio di Salin-de-Giraud e a 40 Km da Arles. Per noi è la prima delle  spiagge alternative selvagge per eccellenza.

I 12 Km che collegano il villaggio di Salin-de-Giraud alla plage di Pièmançon sono una vera goduria per il motociclista, strada di sabbia battuta che attraversa le saline rivelando meravigliosi colori dal rosa all’azzurro che si perdono nel cielo. Qui è d’obbligo fermarsi per ammirare i fenicotteri rosa che sembrano camminare sull’acqua delle saline. 

La spiaggia si distende per 25 Km, non è un luogo per tutti, meglio evitarla se si sopportano poco zanzare, moscerini, maestrale e la canicola. Non troverete alberghi e ristoranti, chi arriva qui per passare una giornata deve essere attrezzato, non c’è né acqua, né docce. 

spiagge alternative e selvagge

Ideale per provare la moto su sabbia. Noi lo abbiamo fatto e siamo anche caduti, con la nostra BMW F800GS, fortunatamente senza danni. 

Qualche anno fa la spiaggia ospitava la più grande comunità di campeggiatori liberi della Francia e oserei dire dell’Europa, si riunivano nel periodo estivo e passavano in assolutà libertà le loro vacanze lontani dalle comodità della città, vivendo in perfetta armonia con tutto ciò che li circondava. 

spiagge alternative e selvagge

Oggi, in seguito ad un’ordinanza del comune di Arles, tutto è stato smantellato. 

Sono contenta di averla vissuta in quel periodo meraviglioso.

Per arrivare 

Si arriva percorrendo da Salin-de-Giraud la Route de la Mer D36D

 

Plage de la Saleccia Corsica

La seconda delle spiagge alternative selvagge, è la spiaggia della Saleccia in Corsica. Spiaggia difficile da raggiungere via terra. 

Sono 12 Km di strada bianca, non battuta, da affrontare con una 4×4 o un enduro, con molta prudenza. La Strada che prosegue la D81 attraversa il Dèsert des Agriates, una zona molto arida della Corsica, ma anche affascinate. D’estate la vegetazione e il terreno sono cotti e cristallizzati dal sole e quando il vento batte forte su quel tratto di costa risulta anche difficile percorrerla in motocicletta. 

Attraversare il Deserto des Agriates è un’esperienza unica nel suo genere, è necessario arrivare preparati, in alcuni tratti, se le piogge invernali sono state particolarmente violente e abbondanti le strade sono attraversate da dei grandissimi solchi e i sassi riportati dalla pioggia che scorre sono molto appuntiti, ma la fatica e il sudore versato durante tutto il tragitto vengono ripagati quando arriviamo alla spiaggia della Saleccia.

La plage de la Saleccia si estende per circa 1 Km ed è incantevole, sabbia fine dorata mare azzurro cristallino, niente da invidiare alle spiagge tropicali, è facile trovarci anche tori e mucche che riposano sulla spiaggia ma anche cinghiali durante la notte. Adiacente alla spiaggia della Saleccia ci sono anche spiaggia di Loto e spiaggia de Ostriconi. 

Alla Saleccia potete anche rimanere qualche giorno, subito prima della spiaggia infatti si trova il Camping UPARADISU che dispone di ristorante/bar, boungalow e piazzole per tende.

Per arrivare

Via terra: da Saint-Florent prendere la D81 fino alla Plage de la Saleccia. Se non ve la sentite di guidare lungo il deserto, il Camping UPARADISU dispone di navette per raggiungere le spiagge.

Via mare: nel porto di Saint-Folrent troverete diverse imbarcazioni che collegano la marina di Saint-Florent con la Plage du Loto, partendo la mattina e ritornando in serata. La prima volta che siamo andati con nostra figlia abbiamo scelto per questa opzione, molto comoda per chi viaggia con bambini. 

Spiaggia Piscinas Sardegna

Spiaggia Piscinas si trova in Sardegna, si raggiunge tramite una strada semplice, sterrata di 9 Km. Lungo il percorso si trovano edifici imponenti e grandi macchinari abbandonati che venivano usati per l’estrazione di minerali. 

spiagge alternative e selvagge

Questa zona dell’isola un tempo  era un grande sito per l’estrazione di carbone, lungo la strada che percorriamo tutto è arido il colore della sabbia ne fa da padrona, gli edifici, alcuni ridotti veramente male, hanno un fascino indescrivibile, percorrendola fino in fondo arriviamo alle dune di sabbia della spiaggia Piscinas.

Passeggiando lungo la spiaggia si possono incontrare ancora muri di cinta sgretolate e vecchi binari arrugginiti 

spiagge alternative e selvaggeche probabilmente servivano per trasportare il carbone fino alle imbarcazioni. 

La spiaggia Piscinas si estende per diversi chilometri, durante la nostra visita il mare era mosso e il vento non ci ha dato tregua, per me è risultato difficile anche fare il bagno, non ho confidenza con il mare agitato, ma ho potuto notare un territorio veramente selvaggio e alternativo. 

Per arrivare

La spiaggia Piscinas, situata nella Costa Verde nel sudovest della Sardegna, attraverso la SS126 verso Ingurtosu si trova la strada sterrata che porta a Piscinas.

Exotic Beach Kos

Il mare delle isole Greche è meraviglioso si sa, ma trovare, nelle piccole isole più turistiche spiagge alternative e selvagge è sempre più difficile. Noi ci abbiamo messo qualche giorno per trovare l’Exotic Beach ma ne è valsa la pena.

spiagge alternative e selvagge

L’Exotic Beach di Kos è stata una scoperta! L’isola di Kos è piccola, ha spiagge bellissime e attrezzate per tutti i tipi di attività sportive, con strutture ricettive che accontentano tutti, ma noi cercavamo spiagge selvagge alternative e silenziose.

L’Exotic beach ha tutte le caratteristiche che ci interessano, distesa di sabbia dorata mare azzurro e trasparente, raggiungibile tramite una strada sterrata facile da percorrere dall’unica strada che percorre tutta l’isola di Kos. 

spiagge alternative e selvagge

Su questa spiaggia ho imparato a guidare il Quad e non sarei mai scesa.

 

L’Exotic beach è una spiaggia naturista, dove non si gioca a racchettoni non si urla e l’unico rumore che si sente è quello delle onde che si infrangono sul bagnasciuga. La spiaggia è attrezzata con ombrelloni di paglia e lettini distanti fra loro quanto basta per permettere ai villeggianti di rilassarsi.

Per arrivare

L’isola di Kos è piccola e tutte le spiagge sono raggiungibili con i bus e piccoli tratti da fare a piedi, noi in questa occasione abbiamo noleggiato un Quad, scelta che si è rilevata ottimale visto le tante insenature e spiagge raggiungibile con strade sterrate. E’ possibile noleggiare anche auto scouter e moto sull’isola. 

Marina di Vecchiano Pisa

Chi l’avrebbe mai detto! In provincia di Pisa più precisamente a Marina di Vecchiano a due passi da Viareggio e la Versilia possiamo trovare una spiaggia alternativa e selvaggia.

spiagge alternative e selvagge

In realtà la spiaggia è per molti ma non per tutti, gli autoctoni se la tengono stretta e fanno bene. Si tratta di quel tratto di costa facente parte del Parco Naturale di San Rossore di Migliarino. 

Per arrivarci è necessario attraversare il fiume Serchio con una delle piccole imbarcazioni che i residenti hanno attraccate alla foce del fiume, oppure con un’imbarcazione propria.

La spiaggia costeggia tutto il Parco di San Rossore, è composta da dune e poi si perde nella macchia mediterranea fino ad arrivare alla tenuta del Parco di San Rossore, si distende da Bocca di Serchio a Bocca d’Arno, naturalmente la passeggiata è impegnativa per una giornata di mare. 

La sabbia, o rena come la chiamano i locali è dorata, ma la sua caratteristica è che non è polverosa, basta scuotersi un pochino perchè ti scivoli di dosso.

spiagge alternative e selvagge

Il mare è trasparente, il che non è scontato in questo tratto di costa, l’acqua dopo pochi passi diventa subito fonda e spesso si formano delle buche nel fondale causate dalle forti correnti, quindi attenzione a fare il bagno. In quel tratto di costa non ci sono servizi igienici, né acqua né assistenza ai bagnanti. 

Per arrivare 

Dalla A12 uscita Migliarino, svoltare a sinistra e al semaforo a destra, si passa sotto un cavalcavia della ferrovia, seguire le indicazioni a sinistra per Marina di Vecchiano, li troverete un parcheggio. Dopo bisogna proseguire a piedi lungo il fiume Serchio, qui potete chiedere un passaggio per attraversare il fiume e passare una giornata in una bellissima spiaggia alternativa e selvaggia.

Raccontateci 

Raccontateci le vostre esperienze di spiagge alternative e selvagge che avete raggiunto in motocicletta, probabilmente anche vicino a voi ci sono posti che conoscete solo voi, ma non siate egoisti condivideteli. 

Se ti è piaciuto questo articolo lascia un commento.

Se vuoi che ti racconti altri viaggi in motocicletta continua a seguirci, questa estate andremo ancora in giro e avremo ancora tanto da raccontare. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “Spiagge alternative e selvagge in motocicletta.”