valencia fallas durante la sfilata

Fallas, festa di primavera

Las Fallas meritano sicuramente un articolo  distinto, rispetto alla città di Valencia. E’ una di quelle feste dove ci siamo sentiti avvolti dalla popolazione appena scesi in strada. Cibo  da strada, luci, musica, molta, ma molta gente e ci sentivamo spagnoli in un attimo.

Negli ultimi anni è divenuta tra le feste più conosciute d’Europa, sicuramente tra le più importanti, anche per l’afflusso di persone, di tutta la Spagna. 

Si svolge a primavera, nel mese di marzo, inizio il 1°e termina il 19. Dal 2016 è Patrimonio UNESCO.

La popolazione valenciana dedica mesi di lavoro per costruire enormi statue di cartone, ninots, circa 750 in tutta la città, che poi verranno avvolte dalle fiamme.

Parot, le origini

E’ l’oggetto di legno che serviva per illuminare i laboratori dei falegnami. Con l’allungarsi delle giornate, quindi con più luce naturale a disposizione, non serviva più e veniva bruciato all’entrata di ogni negozio. Per aumentare il fuoco i negozianti usavano scarti di legna oppure oggetti che portavano i viandanti.

Ninot

A metà del XIX secolo ai parot venne dato un aspetto sempre più umano, fino ad avere le sembianze attuali di ninot (pupazzo) e posto su di un piedistallo.

La plantà

Nella notte tra il 15 e il 16 di marzo i falleros si riuniscono per costruire i propri monumenti nel proprio quartiere, strada, piazza. In pratica, la mattina del 16, Valencia si sveglia circondata da queste enormi statue alte fino a20 metri.

fallas esempio di medio ninos

Mascletà

La festa a Valencia inizia già il 1° marzo con lo scoppio di petardi. Un concerto unico di esplosioni di polveri, tutti i giorni alle ore 14 in Plaza de l’Ayuntamiento. Se riuscite a guadagnare le posizioni vicino allo scoppio siete degli eroi ma sarà incredibilmente suggestivo.

Offerta dei fiori

Il 17 marzo emozionante sfilata di tutti i comitati delle fallas con arrivo in Plaza de la Virgen per la donazione di fiori alla Madonna degli Abbandonati, patrona di Valencia. Tutti i fiori donati formano un arazzo di quasi 15 metri!

doni floreali alla Madonna degli Abbandonati in plaza de la Virgen

Nit del foc

Tra il 15 e il 18 marzo, tutte le notti, l’appuntamento è in Paseo de la Alameda dove il cielo di Valencia è illuminato da innumerevoli fuochi d’artificio, culminanti con la notte del 18 dove lo spettacolo è incredibile.

La cremà

L’appuntamento finale per le Fallas è per la notte del 19 marzo, San Josè, dove vengono date alle fiamme tutte le statue, tranne una ninot indultat eletta dalla giuria come la statua più bella. Vengono bruciate prima le statue infantili alle ore 22; intorno a mezzanotte tocca a tutte le altre. L’ultima a bruciare è la statua in Plaza de l’Ayuntamiento, che da il via alla fine della festa.

Vi suggeriamo di…

Vi suggeriamo di essere presenti alle ore 19 in calle de sueca o in calle Cuba in Ruzafa. L’accensione della galleria di luci è accolta da una moltitudine di persone e musica. Quasi una enorme discoteca all’aperto!

eccitazione per l'accensione delle luci in calle cuba

Se decidete di addentarvi nello spettacolo delle Fallas vi suggeriamo di prenotare con discreto anticipo il volo per Valencia. Rischiate un prezzo non proprio low oppure di non trovare posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *